Annotazioni, Preludio pt. 1

Pensavo che sarebbe bello

una mattina

facciamo anche domani

svegliarsi insieme

prendere un caffè

fare all’amore e tutte quelle cose che ci piacciono tanto,

ad esempio:

giocare ad inventar costellazioni con i nei sulla mia schiena

ridere fino a piangere per le tue facce buffe

leggerti ad alta voce le poesie di Hikmet

nudi

sporcarci di vernice rossa e blu

mangiare gli avanzi della pizza a colazione

te che mi scatti foto con la Polaroid

ed io che ti lancio cuscini

progettare vite che non vivremo mai

una casa

io che scrivo di notte mentre tu suoni la chitarra

e mi deconcentri

e torno tua.

E me lo gridi con gli occhi, sono tuo.

Me lo giuri con le mani, con la bocca, con la pelle.

Non mi lasci respirare, e penso che respirare allora non serve proprio a un cazzo.

E io giuro a me stessa che stavolta non cedo,

non ci credo,

non ti credo,

e mi prenderei a sberle

perché tanto alla fine ci ricasco.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: