Tonnarelli Cacio e Pepe di Clesia

Inauguriamo questa nuova Rubrica con un piatto semplice quanto buono: i Tonnarelli Cacio e Pepe alla romana di Clesia.

La Cacio e Pepe a Roma è un’istituzione, quasi come il Colosseo.

La storia di questo piatto simbolo della romanità è interessante e decisamente tipica di questo popolo: come infatti riporta La Cucina Italiana, “nasce tra i pascoli durante la transumanza. Durante i lunghi spostamenti del gregge, i pastori dell’agro romano riempivano la bisaccia di alimenti calorici e a lunga conservazione. Tra i pomodori secchi e il guanciale di maiale essiccato trovavano spazio anche qualche fetta di cacio pecorino, un sacchetto di  pepe nero in grani e una buona quantità di spaghetti essiccati preparati a mano con acqua, sale e farina.

C’è una ragione se venivano scelti proprio questi alimenti ultimi tre alimenti. Il pepe nero stimola direttamente i recettori del calore e aiutava i pastori a proteggersi dal freddo, il pecorino stagionato si conserva a lungo e la pasta garantiva il giusto apporto di carboidrati e calorie. Questo piatto, che negli anni si è diffuso dalla campagna laziale fino ai monti abruzzesi e umbri, ci ha messo poco a fare il salto e a trasformarsi da pasto frugale a piatto tipico delle osterie romane. Secondo la tradizione, gli osti di allora si premuravano di servire una Cacio e pepe “secca” in modo di favorire il business. Il piatto, infatti, doveva “intorzare”, come si dice in romano, in modo che i clienti avessero bisogno del vino per mandar giù la pasta, così più Cacio e pepe mangiavano più vino bevevano.”

Insomma.. non ci resta altro che riempire un calice di buon vino rosso e cominciare!

 

Tonnarelli Cacio e Pepe di Clesia

 

Ingredienti per 4 persone:

– Tonnarelli 350 g (i tonnarelli non son altro che spaghettoni all’uovo)
– Pecorino romano stagionato 200 g 
– Pepe nero e rosso in grani
– Olio q.b.

 

Procedimento:

Mettete l’acqua (abbondante) sul fuoco e poi salatela (con sale grosso) quando giunge ad ebollizione. Calate i tonnarelli e lasciateli lessare.

Contemporaneamente grattugiate il pecorino a striscioline sottili e macinate una generosa quantità di pepe.

 In una pentola antiaderente molto larga e capiente, versate l’olio (q.b.) ed il pepe macinato, mantenendo il fuoco molto basso.

Scolate i tonnarelli lasciandoli un po’ al dente.

Quando l’olio è caldo, spegnete il fuoco e versate nella padella il pecorino, e subito dopo i tonnarelli (ben scolati) con due mestoli d’acqua di cottura (presa proprio durante gli ultimi minuti di cottura della pasta: servirà per amalgamare il condimento).

Mescolate bene finché il pecorino non sarà completamente fuso.

Impiattate e condite aggiungendo formaggio e pepe a piacimento.

Buon Appetito Viandanti!

 

Pecorino romano stagionato: Caseificio La Via Lattea

Tonnarelli all’uovo: n° 312 De Cecco

Olio EVO: Ambrosino

24019996_10208855836108244_1049823111_n

 

24019827_10208855835948240_595407207_n

 

24019738_10208855835668233_983781731_n

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: