Cose particolarissime sul mio cuore e su di me

Ci sono alcune particolarissime cose di me che nessuno sa

e che mai sospetterebbe,

che bisogna sapere,

cose buffe banali belligeranti e bellissime, e qui abbonda la b,

scusate.

Dicevo, insomma, cose particolarissime

che chiunque voglia avvicinarsi a me o al mio cuore (che poi son la stessa cosa)

deve

sapere.

Cosa numero uno: mi piace ballare da sola per casa sulla musica da pub irlandese.

Cosa numero due: ho bisogno di camminare scalza, necessità vera e propria, devo sentire il pavimento sotto le piante dei piedi per essere felice.

Cosa numero tre: i boschi e l’autunno mi danno conforto. Conforto fisico e mentale intendo, andar per boschi, osservare l’ambra, il rosso e l’arancio autunnali, toccare la corteccia degli alberi con la punta delle dita, raccogliere sassi, sedermi per terra in silenzio, immobile. Guardare per ore la luce del sole che filtra fra le foglie. Armonia e perfezione.

Cosa numero quattro: Una delle cose che vorrei di più al mondo è che qualcuno mi prendesse per mano e mi invitasse a ballare, anche senza musica, anche all’improvviso, anche senza alcuna apparente ragione.

Cosa numero cinque: piango un sacco. Mi commuovo per ogni cosa, film, cartoni, canzoni, storie, persone. Sono sensibile come pochi, tuttavia non molto empatica. C’è del disagio qui.

Cosa numero sei: poche cose mi rendono felice facendomi sorridere come un’ebete come il profumo di: cannella, arancia, mela, burro d’arachidi, limone, cenere di camino, Natale, biscotti, smalto e benzina. Esatto.

Cosa numero sette: odio essere al centro dell’attenzione, farmi fotografare e la gente che mi canta “tanti auguri” al compleanno. Proprio non ci riesco. Preferisco restare dietro le quinte e godermela da lì.

Cosa numero otto: la solitudine mi rende felice. Non amo troppo la compagnia, preferisco passare il tempo con me stessa. Leggere, far maratone di film, lavorare, bere tè, son tutte attività che preferisco far da sola. Non credo nel “dai, siamo tutti amici”, sono molto selettiva, amore e amicizia son per me una rarità. Ho poche, pochissime persone che porto nel cuore, e son tutte anime affini.

Cosa numero nove: non mi piace dormire con il cuscino sotto la testa, preferisco metterlo di lato e abbracciarlo.

Cosa numero dieci: il mio posto preferito al mondo sono le stazioni dei treni. Gli abbracci più belli accadono lì.

Cosa numero undici: trovo conforto nelle parole. Mi piacciono quelle antiche, desuete, rare e amo quelle onomatopeiche: sorte, astruso, atavico, pressoché, fruscio, favella, pleonastico, procrastinare, ticchettio, sciabordio, sfrigolare. Brividi lungo la schiena e pelle d’oca.

Cosa numero dodici: non mi piacciono i regali “comandati”, come quelli per compleanni, anniversari e così via. Adoro le piccole attenzioni (ma anche quelle grandi) in un giorno qualunque, un fiore, un viaggio inaspettato, un biglietto, un tramonto, caramelle, una lettera.

Cosa numero tredici: ho il segreto bisogno di intraprendere una corrispondenza epistolare. Credo che il mondo abbia nuovamente bisogno di persone che si spediscono lettere. Scritte a mano. Piuma e calamaio, ma vanno bene anche carta e inchiostro.

Cosa numero quattordici: la mia apparenza inganna tutti, ma proprio tutti, e forse è meglio così. Solo i pochi che ci tengono davvero a varcare quell’enorme muro che mi sono costruita attorno, roba che neanche la Barriera (citazione GOT), dicevo, solo quei pochi eletti meritano la vera me. Quella che balla per casa, scalza, con il cuore tra le mani, sulle note di Rocky Road to Dublin e Galway Girl.

(Cosa bonus: che poi quel muro enorme e gigantesco e impenetrabile, è fatto di compensato, mica di pietra per davvero. E la musica si sente anche da lì fuori.)

14 Comments

Add yours →

  1. OK penso di aver appena trovato la mia gemella! abbiamo quasi tutti i punti in comune. Sul serio, è strano!! 😲😱☺

    Liked by 1 persona

  2. Che bel post, mi ha fatto piacere conoscerti un pochino di più cara Nina.
    Eppure sai cosa ho sentito una volta? Che le persone che si commuovono guardando qualsiasi cosa e davvero per poco (anche io soffro di incontinenza lacrimale 😂) è perché sono molto molto empatiche!
    Ti abbraccio forte forte

    Liked by 1 persona

  3. Sette e otto!! Il resto lo immagino 😘

    Mi piace

  4. Già lo sapevo ma questo articolo me ne ha dato conferma sei una persona meravigliosamente vera e passionale mi ritrovo in tanti punti ps domani vado per boschi ma sopratutto per funghi😉😉😉

    Liked by 1 persona

  5. E’ incredibile quante cose abbiamo in comune…chissà al mondo quante persone ci sono simili a noi! Credo che sarebbe meravigliose incontrarle e rivelarsi a queste, senza timori ma con l’assoluta certezza di essere compresi.
    Ps Come ti capisco quando parli dell”autunno. Adoro passeggiare per la campagna quando accende i suoi colori, è un conforto per l’anima…

    Mi piace

  6. Complimenti per il post, così vero e personale.
    Anche io adoro galway girl 💗

    Liked by 1 persona

  7. alcune cose le condivido altre meno, ma tutte mi affascinano perchè costruiscono un ritratto originale e spero genuino.
    ml
    (ma perchè cliccando dai miei follower mi dice che il tuo blog non esiste più?)

    Liked by 1 persona

    • Più genuino di quello che scrivo di me qui, credimi, c’è poco o nulla 🙂
      ti ringrazio di cuore quindi.
      ps. non ne ho idea! Giuro che esisto! Seriamente, non so proprio, magari è un problema legato a qualche aggiornamento di WordPress..

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: