In mezzo ad una qualche felicità

Avevo circa sei o sette anni quando mi hanno scattato questa foto.

Eravamo alla casa al mare, adoravo quel posto: tutta la mia infanzia l’ho vissuta lì.

Ci sono tornata ultimamente, quasi fosse un bisogno, una necessità. Tutto sembra ancora come allora, le stesse villette a schiera, la stessa strada, gli alberi esattamente nello stesso posto.

Sono entrata in casa passando dal giardino,  nessuno se ne prende cura ormai da un po’. E’ sempre stato il posto che preferivo, ne subivo il fascino: i cespugli di rose, la magnolia che saliva fino al cielo, la pioggia di fiori bianchi che veniva giù dal ciliegio, l’odore penetrante delle ortensie e delle gardenie, delle albicocche mature, l’ uva fragola che con le sue foglie faceva da soffitto al terrazzino, l’albero di limone sotto il quale leggevo. Adesso, abbandonato a sé stesso ha un nonsoché di romantico, selvatico, ricorda il giardino segreto di quel romanzo della Burnett che amavo tanto da bambina: “In mezzo all’erba, sotto gli alberi, nei vasi grigi delle nicchie, si scorgevano pennellate bianche, d’oro, di porpora; sopra la sua testa gli alberi erano rosa e bianchi, e ovunque si udivano battiti d’ali, suoni flautati, ronzii, dolci profumi.”, 

La casa è rimasta immutata, sembra che lì il tempo non sia mai trascorso, che non possa sfiorarla. Le stanze esattamente come le ho lasciate, le stesse fotografie sbiadite dal tempo, gli infissi in legno, le scale a chiocciola, la mia vecchia bicicletta. I libri che amavo, Viaggio al Centro della Terra, La Piccola Principessa, Orgoglio e Pregiudizio, le Favole di Esopo, erano ancora tutti lì, ad aspettarmi.

L’odore, quell’odore, come potrei dimenticarlo? Era casa.

 

E tutti i ricordi abbandonati per strada o riposti in un vecchio baule da qualche parte nei meandri del mio cuore, son tornati a farmi visita.

 

Mia nonna in cucina, mio nonno sempre lì ad aggiustar qualcosa. La mia famiglia. Le amiche di sempre, le strade su cui ho imparato ad andare in bicicletta, il ragazzo della porta accanto di cui eravamo tutte innamorate, il parchetto dove potevamo essere principesse, o streghe, non era importante, eravamo sorelle. Il club delle baby-sitter, il gazebo, le giornate al mare, i piccoli segreti, i sogni nel cassetto, il mio migliore amico, l’odore dell’erba bagnata dalla pioggia, tutti quei tramonti.

 

Oggi guardo queste vecchie fotografie e penso che sarebbe bello tornare a sorridere in quel modo.

Giocare ad esser grandi senza saperne nulla, afferrare la vita con la meravigliosa, sapiente leggerezza di bambina.

E so che lei è ancora dentro di me, e ride ancora così, e magari prima o poi mi riconoscerà allo specchio.

Fino a quel momento, un sorriso glielo regalo io, di certo non bello quanto i suoi, ma grande abbastanza per dirle, “ricordati sempre che sei bellissima così come sei, sii forte, scegli con cura parole e persone, sii gentile: ci incontreremo ancora, in mezzo ad una qualche felicità”.

 

16 Comments

Add yours →

  1. Come parole di polvere maggio 26, 2017 — 8:54 am

    Sarebbe bello…..ecci perché siamo provvisti di memoria per poter ritornare ad allora😁

    Liked by 1 persona

  2. Bellissime parole e bellissime foto, infondono serenità ❤

    Liked by 1 persona

  3. E mi ricordo di te bambina, bellissima, con il mare dentro agli occhi! Bellissima espressione “ci incontreremo ancora, in mezzo ad una qualche felicità”. La faccio anche mia…

    Liked by 1 persona

  4. che bello scorcio di serenità che ci hai regalato

    Mi piace

  5. Belle emozioni di estati passate… grazie!

    Liked by 1 persona

  6. …e sei ancora giovane…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: